Pos Mobile Poste Italiane: recensione, opinioni e costi

Pos Mobile Poste Italiane: recensione, opinioni e costi

Pro: permette di ricevere pagamenti ovunque, gli accrediti avvengono in un solo giorno lavorativo. L’app è facile da utilizzare.

Contro: le commissioni sono piuttosto alte ed il servizio è disponibile solo per i clienti Poste Italiane.

Ideale se: una soluzione che si adatta meglio a chi già cliente Poste Italiane ed effettua poche transazioni mensili.

La nostra valutazione

3/5

Come molti altri provider di soluzioni per il pagamento tramite carte, anche Poste Italiane ha deciso di buttarsi nel mondo dei Pos Mobili con un prodotto chiamato PostePay Tandem Mobile.

Ad un costo davvero contenuto si può avere un lettore di carte che permette di riscuotere facilmente pagamenti dai nostri clienti.

In questa nostra recensioni vi mostreremo come funziona questo dispositivo, quali sono i suoi costi e quali le nostre opinioni sul servizio offerto.

Come funziona il Pos Mobile Poste Italiane

PostePay Tandem Mobile Pos pos e app
Costo: 15€ + IVA – Nessun Canone fisso
Commissioni: Dal 2.80% al 5.30%
Circuiti accettati:

Va premesso che per utilizzare il pos mobile di Poste Italiane è necessario avere un conto Bancoposta collegato o in alternativa una PostePay Business Evolution.

Questo significa che se non siamo clienti delle Poste non potremmo accedere a questo servizio, a meno che non si decida di aprire un nuovo conto.

Per funzionare il lettore carte,  è necessario collegarlo ad uno smartphone sul quale dovremmo installare l’app PostePay Tandem attraverso la quale potremmo configurarlo—ne parleremo nel dettaglio qui sotto.

È possibile accettare sia carte di debito che di credito, purché facciamo parte di uno dei circuiti qui sotto:

  • Bancomat
  • Visa
  • Mastercard
  • Maestro
  • VPay
  • Visa Electron

Purtroppo non sono supportati i pagamenti da American Express, Diners e JCB.

I tempi per gli accrediti sul proprio conto dopo aver ricevuto i pagamenti sono molto brevi, e basta di solito un giorno lavorativo per vederli disponibili sul proprio saldo.

Costi, commissioni e canone

Come per la maggior parte dei pos portatili, anche il modello offerto da Poste Italiane non è soggetto a canoni o costi fissi.

Basta infatti acquistare il dispositivo al costo di 15€ + IVA e si andrà poi a pagare una commissione in percentuale su ogni transazione eseguita. Il lettore può essere acquistato presso un ufficio postale, attraverso il sito ufficiale oppure chiamando il numero verde.

Questo schema di prezzo per cui non ci sono costi fissi è molto conveniente, in quanto se nel corso di un mese non eseguiremo transazioni non ci sarà nulla da pagare.

Tuttavia le commissioni sulle transazioni eseguite sono piuttosto alte se vengono paragone a quelle di altri servizi come ad esempio SumUp—che rimane uno dei più convenienti in assoluto.

Queste oscillano infatti fra il 2.80% fino ad arrivare al 5.30% a seconda della carta con cui il cliente sta pagando.
Se la transazione ha un volume di prezzo elevato subentra però un costo massimo fisso che va a sostituirsi a quello in percentuale.

Ad esempio le commissioni per un pagamento effettuato con una carta PostePay sono pari, come abbiamo visto, al 2.80%. Se però effettuiamo una transazione da 100€, invece che pagare 2.80€ in commissioni pagheremo “solamente” 1.80€—che corrisponde al valore massimo applicabile.

Attenzione però, perché questi valori massimi variano a seconda della carta utilizzata.

Le commissioni più basse sono per le carte appartenenti al marchio Postamat, mentre le più alte sono valide per alcune carte di credito. Non si tratta di un piano molto vantaggioso, specie se si effettua un alto numero di transazioni ogni mese.

È importante sottolineare che si può recedere in qualsiasi momento senza incorrere in problemi o fastidiose penali.

Lettore

Il lettore di carte che viene fornito con il servizio PostePay Tandem Pos Mobile è il modello iCMP prodotto dalla Ingenico, una nota ed affermata azienda specializzata nell’elaborare strumenti di pagamento.

Questa particolare versione è caratterizzata da un colore rosso ed il logo di Poste Italiane nella parte superiore.
Il fatto di essere prodotto da un’azienda specializzata in questo settore offre garanzie in termini di sicurezza nelle transazioni.
Gode inoltre di un’autonomia di circa 6 giorni in stand-by o circa 50 transazioni effettuate nell’arco di 72 ore.

lettore carte poste italiane

Oltre al normale utilizzo tramite pin, questo pos supporta anche transazioni contactless: basta quindi appoggiare la carta al lettore per autorizzare il pagamento, purchè questo sia pari o inferiore a 25€.

App

Come anticipo all’inizio di questo nostro articolo, per utilizzare il pos portatile di Poste Italiane è necessaria scaricare l’apposita app sul proprio dispositivo. È disponibile sia per smartphone Android che iPhone.

Prima di sottoscrivere il servizio è importante verificare sul sito ufficiale che il nostro dispositivo sia supportato nell’apposito PDF che contiene la lista dei modelli compatibili–non tutti infatti lo sono.

Una volta avviata l’app vi guiderà attraverso un processo di configurazione che serve a sincronizzare il proprio smartphone con il lettore carte, così da poter iniziare e ricevere i pagamenti.
La procedura è facile da seguire e ci voglio solamente pochi minuti.

Un volta fatto questo possiamo procedere con le prime transazioni: per farlo basta aprire l’app, inserire l’importa desiderato, premere invio ed il segnale verrà inviato al lettore che si attiverà.

applicazione del pos mobile di poste italiane

A questo punto sono 3 i metodi che il nostro cliente ha per autorizzare il pagamento:

  • Appoggiare la carta sul lettore sfruttando la tecnologia contacless
  • Inserendo la carta e digitando il proprio PIN
  • Nel caso delle carte di credito inserendole e poi andando ad autorizzare la transazione tramite una firma che deve essere fatta sullo smartphone all’interno dell’app

Chiaramente il lettore non è dotato di stampante e lo scontrino può comodamente essere inviato tramite email al cliente, o se lo preferisce tramite un SMS.

Oltre alla possibilità di riscuotere pagamenti, l’app Tandem Postepay offre altri due strumenti che potrebbero tornare utili.

Uno è Lab Business che fornisce consigli in termini di marketing e comunicazione per migliorare le proprie attività di vendita.

L’altro si chiama invece My Business e permette di analizzare l’andamento della propria attività oltre a mettere a disposizione dati come le abitudini dei clienti e l’andamento delle attività simili alla nostra presenti in zona. MyBusiness è però una funzione aggiuntiva e prevede un costo annuale.

La nostra opinione

Noi di GuidaPos non reputiamo PostePay Tandem Mobile Pos la scelta migliore al momento in quanto è possibile avere servizi più stabili a costi inferiori.

Il servizio potrebbe forse rappresentare una decente opzione per chi è già in possesso di un conto BancoPosta o una PostePay Evolution Business.

Tuttavia le commissioni sulle singole transazioni sono piuttosto elevate: se la cosa può andare bene per chi effettua meno di una decina di pagamenti nel corso di un mese, per utilizzatori più costanti questo potrebbe iniziare a costituire un problema.

Esistono infatti alternative che propongono commissioni molto più basse, senza comunque la presenza di un canone fisso mensile.

Leggendo inoltre le recensioni presenti sugli store Apple e Google dai quali è possibile scaricare l’app per gestire il lettore sembrano emergere un corposo numero di utenti che lamenta problemi di connessione, i quali rendono a volte inutilizzabile il dispositivo.

Lascia un commento